7 ottobre 2017 – A proposito di ‘balcanizzazione della rete’

Trovo su facebook una informazione che propone come fonte VICE News
VICE News è un’agenzia di stampa internazionale creata da e per una generazione sempre collegata.
Ho verificato, esiste ed è reperibile. Così come esiste lo studioso citato come fonte.
Di lui non so nulla ma la considerazione è interessante perciò la conservo

I ‘gruppi cittadini’ su Facebook sono diventati uno strumento di propaganda per l’estrema destra italiana | VICE News
“Nel 2001, anni prima dell’avvento di Facebook, un professore universitario di Harvard di nome Cass Sunstein [1], coniò il concetto di “balcanizzazione della rete” (anche chiamato splinternet [2]), teoria secondo cui le persone che si radunano in rete per via di un unico interesse finiscono per chiudersi in se stesse generando una comunità sempre più segregata ed escludendo punti di vista diversi, danneggiando così un potenziale ecosistema democratico.
Ai tempi, Sunstein prendeva in considerazione i forum e le mailing list, che potevano far fronte al problema delle distanze geografiche tra gli interlocutori – cosa che i gruppi cittadini risolvono in partenza – facilitando il passaggio successivo: la loro mobilitazione.
Nell’attesa che compaia – prima o poi – una piattaforma online adeguata per stabilire una discussione democratica, e che permetta di palesare la propaganda politica in tutte le sue sfaccettature, i gruppi cittadini su Facebook continuano ad avere un ruolo centrale – e contemporaneamente sottovalutato – nei piccoli centri, denotando un fenomeno non facile da individuare.”E che dire dei gruppi, da intendersi come gruppi di persone e come gruppi identificati e registrati di presenze parlamentari, che fanno dipendere le loro ondivaghe scelte politiche dai sondaggi che via via acquisiscono? Per loro il numero ipotetico di consensi, che si augurano espresso in voti, sono – a mio parere – un danno a un sistema democratico che, povero di pensiero e di riferimenti ai fondamenti costituzionali (che nella formulazione di proposte legislative dovrebbero essere ineludibili ma talvolta non lo sono), costituiscono un danno grave al nostro sistema democratico.
Un esempio apparentemente piccolo: l’aver formulato nel 2009 un articolo di legge che nega il certificato di nascita a una definita categoria di nuovi nati in Italia a causa dell’irregolarità amministrativa dei loro genitori. Un diritto universale (e altrimenti assicurato da norme internazionali che la Costituzione ci impone di rispettare) viene ridotto a una repellente burocrazia, una scelta ignobile che, se aveva un suo fondamento ideologico nel disegno del quarto governo Berlusconi che la volle tanto da sostenerla con voto di fiducia, è stata mantenuta con indifferente fermezza nel corso dei governi Monti, Letta, Renzi, Gentiloni.
Naturalmente gli esempi si possono moltiplicare. Per me questo è sufficiente e dirimente.

[1] Cass Robert Sunstein (born September 21, 1954) is an American legal scholar, particularly in the fields of constitutional law, administrative law
[2] Splinternet, ovvero l’idea che il web, da sempre immaginato come una grande community globale online, si trasformi in un labirinto di piccole entità regionali e nazionali.

ottobre 7, 2017Permalink

Comments are closed.