1 agosto 2018 – Calendario di agosto

.1 agosto 1944 – Scoppio della rivolta del ghetto di Varsavia contro l’occupazione tedesca.
.1 agosto 1990 – L’Iraq invade il Kuwait
.1 agosto 2014 – Entra in vigore la Convenzione di Istanbul (testo in nota 1)
.2 agosto          – Giornata europea in memoria del genocidio ROM
.2 agosto 1980 – Strage alla stazione di Bologna
.3 agosto 1940 – L’Italia invade la Somalia britannica
.4 agosto 1974 – Bomba sul treno Italicus vicino a Bologna
.5 agosto 1938 – In Italia viene pubblicato il Manifesto della razza (testo in nota 2)
.6 agosto 1945 – Gli USA sganciano la bomba atomica su Hiroschima
.6 agosto 1978 – Morte di Paolo VI.8 agosto 1945 – Gli USA sganciano la bomba
………………………………atomica su Nagasaki
.8 agosto 1956 – Tragedia nella miniera di Marcinelle
12 agosto 1944 – Strage nazista a Sant’Anna di Stazzema
13 agosto 1961 – Inizia costruzione muro di Berlino
14 agosto 1945 – Resa del Giappone e fine della seconda guerra mondiale
14 agosto 1947 – India – Dichiarazione di indipendenza
14 agosto  2018 – Genova. Crollo del ponte Morandi.
15 agosto 1867 – Regno d’Italia – Legge 15 agosto 1867, n. 3848
…………                   .Legge per la liquidazione dell’asse ecclesiastico  .(nota 3)
15 agosto 2009 – Approvazione della legge “15 luglio 2009, n. 94
……………………………….”Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”
15 agosto 1917 – Nascita del vescovo Romero
16 agosto 1924 – Ritrovamento del corpo di Giacomo Matteotti
17 agosto 1893  – Strage di Aigües Mortes             [nota 4]
17 agosto 1945 – L’Indonesia si proclama indipendente dai Paesi Bassi
18 agosto 1936 – Assassinio di Federico Garcia Lorca
18 agosto 2015 – Assassinio di Khaled Asaad – direttore del sito archeologico
…………………..……………… di Palmira
19 agosto 1954 – Morte di Alcide De Gasperi
20 agosto 1960 – Dichiarazione di indipendenza del Senegal
21 agosto 1940 – Assassinio di Lev Trotsky
21 agosto 1964 – Morte di Palmiro Togliatti
21 agosto 1968 – L’URSS invade la Cecoslovacchia      [nota 5]
21 agosto 2018 –  Aïd-el-Kébir o al-adha. Dalla sera del 21 fino alla sera del 25
…………………………anno 1440    [nota 6]
23 agosto 1923 – Assassinio di don Minzoni ad Argentea (FE)
23 agosto 1927 – USA esecuzione di Sacco e Vanzetti
24 agosto 2004 – Assassinio di Enzo Baldoni in Iraq
24 agosto 2016 – Colombia. accordo governo-Farc
24 agosto 2016 – Terremoto in centro Italia
25 agosto 1900 – Morte di Friedrich Nietzsche
25 agosto 1989 – Assassinio di Jerry Masslo a Villa Literno (Caserta)
26 agosto 1769 – Francia: Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino
26 agosto 1978 – Elezione di papa Luciani (Giovanni Paolo I)
26 agosto 2018 – Apertura del Sinodo Valdese
27 agosto 1999 – Morte di Helder Camara – Brasile7
28 agosto 1963 – Martin Luther King guida la marcia su Washington
………………………………..per i diritti civili.
29 agosto 1991 – La mafia uccide l’imprenditore Libero Grassi a Palermo
31 agosto 1994 – Irlanda – L’IRA dichiara la cessazione di tutte le operazioni
…………………………… militari
31 agosto 2018 –  Il procuratore di Agrigento deposita a Palermo l’atto d’accusa
relativo al ministro dell’interno    [nota 7]

NOTE:
[nota 1] Convenzione di Istanbul – contenuti
https://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DOSSIER/0/750635/index.html?part=dossier_dossier1-sezione_sezione2-h2_h22

[nota 2] Manifesto della razza:
http://www.deportati.it/archivio/manifesto_razza.htm

[nota 3]
Il termine si trova adoperato nella legge 28 giugno 1866, n. 2987, che all’art. 2 dà facoltà al governo di pubblicare ed eseguire come legge le disposizioni già votate dalla camera elettiva sulle corporazioni religiose e sull’asse ecclesiastico, e questo di Legge sulla soppressione delle corporazioni religiose e sull’asse ecclesiastico è il titolo dato al susseguente decreto legislativo 7 luglio 1866, n. 3036. Legge per la liquidazione dell’asse ecclesiastico s’intitola quella 15 agosto 1867, n. 3848, che costituisce col detto decreto legislativo il caposaldo della legislazione italiana in materia di soppressione di enti ecclesiastici e di norme sul patrimonio ecclesiastico. Giunta liquidatrice dell’asse ecclesiastico di Roma era il nome dell’organo governativo istituito con l’art. 9 della legge 19 giugno 1873, n. 1402.

[nota 4[
17 agosto 1893 dieci operai italiani delle saline vennero uccisi a Aigues-Mortes, in Camargue, perché si era diffusa la falsa notizia che avevano ucciso 4 francesi. L’odio per gli emigrati italiani che “rubavano il lavoro” scatenò il massacro e così un paese intero si scatenò contro gli operai italiani.

[nota 5]
Il 21 agosto del 1968 le truppe del Patto di Varsavia entrarono nella Cecoslovacchia per soffocare la stagione della Primavera di Praga che era iniziata  5 gennaio 1968, quando il riformista slovacco Alexander Dubček salì al potere, proseguendo fino al 20 agosto dello stesso anno, quando un corpo di spedizione dell’Unione Sovietica e degli alleati del Patto di Varsavia (ad eccezione della Romania) invase il paese.

[nota 6]
21 agosto: Origine d’Aïd-el-Kébir https://www.feiertagskalender.ch/islamic.php?geo=0&hl=it

L’Aïd-el-Kébir (aussi nommée Aïd-el-Adha, Aïd al-Kebir ou encore Eïd el-Adha), qui signifie « la Fête du sacrifice », est l’une des célébrations les plus importantes liées à la foi musulmane. Il s’agit d’une commémoration de la soumission d’Abraham (Ibrâhîm en arabe) à la volonté de Dieu lorsque celui-ci lui demanda de sacrifier son fils Ismaël. Certaines interprétations considèrent qu’il s’agit plutôt d’Isaac, le Coran ne mentionnant pas le nom du fils. Pour en savoir plus, consultez cet article d’Éric Geoffroy.

[nota 7]  . Agrigento. L’atto d’accusa contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini passa a Palermo. Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio ha consegnato questa mattina un plico sigillato con il fascicolo d’inchiesta a un ufficiale della Guardia Costiera, perché lo consegni al procuratore della Repubblica di Palermo Francesco Lo Voi. Il primo passaggio, verso il tribunale dei ministri che dovrà valutare le accuse contro Salvini per il blocco di 177 migranti sulla nave Diciotti, rimasti dieci giorni al porto di Catania.

 Patronaggio contesta cinque ipotesi di reato: sequestro di persona, sequestro di persona a scopo di coazione, arresto illegale, abuso d’ufficio e omissione d’atti d’ufficio. Lo Voi ha quindici giorni di tempo per valutare tutto l’incartamento e decidere se confermare o ridimensionare l’impianto accusatorio. Quindi, il caso sarà ufficialmente nelle mani dei tre giudici che compongono il tribunale dei ministri di Palermo, entro 90 giorni potranno fare altri accertamenti e ascoltare le “parti interessate”.

 Il ministro Salvini ha già annunciato che vorrà essere interrogato. Potrebbero chiedere un’audizione anche le “parti offese” dei reati, ovvero i migranti. “Alcuni vogliono costituirsi parte civile contro il ministro dell’Interno – dice l’europarlamentare Eleonora Forenza (gruppo Gue-Ngl) che ieri è entrata nell’hotspot di Messina dove sono ospitati 38 migranti”.

Le contestazioni
Il fascicolo d’inchiesta trasmesso alla procura di Palermo è accompagnato da una memoria che sintetizza le contestazioni ipotizzate nei confronti di Salvini e del suo capo di gabinetto Matteo Piantedosi. Queste:

Articolo 289 ter del codice penale. “Sequestro a scopo di coazione”. Secondo la ricostruzione del procuratore Luigi Patronaggio, il ministro dell’Interno avrebbe tenuto in ostaggio 177 persone per “costringere” l’Unione Europea alla redistribuzione dei migranti contro la conversione di Dublino.

Articolo 605. “Sequestro di persona”. Per aver tenuto 177 migranti ristretti per dieci giorni, senza alcuna ragione secondo l’accusa, sulla nave Diciotti della Guardia Costiera.

Articolo 606, “Arresto illegale”. Il trattenimento illegittimo dei migranti sull’imbarcazione della Guardia Costiera configura per il pm anche una forma di arresto non autorizzato.

Articolo 328. Omissione di atti d’ufficio. Per non avere indicato il porto di sbarco (il cosiddetto “Port of safety”) alla Guardia Costiera, che lo chiedeva dopo il salvataggio. Catania era solo uno scalo tecnico.

Articolo 323. Abuso d’ufficio. Per aver violato, in almeno otto casi, disposizioni della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e altre norme internazionali, articoli della Costituzione e del Testo unico sull’immigrazione.

“L’abuso d’ufficio”
Ecco le norme violate, che secondo l’accusa fanno configurare il reato di abuso d’ufficio.

Articolo 5 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo. “Nessuno può essere privato della sua libertà”. Peraltro nel nostro ordinamento non è previsto l’arresto dell’immigrato clandestino. Salvini avrebbe violato l’articolo 13 della Costituzione (“La libertà personale è inviolabile”). E anche l’articolo 10 comma tre della Costituzione, che prevede il diritto di asilo allo straniero “al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche”.

Al ministro dell’Interno viene contestata dalla procura di Agrigento anche la violazione del Regolamento di Dublino del 2013, che stabilisce i criteri per le richieste di “protezione internazionale”. Sulla Diciotti, questo diritto è rimasto sospeso persino per i minori non accompagnati e per le donne vittime di stupri.

Sarebbe stato violato anche l’articolo 10 ter del Testo unico sull’immigrazione: prevede che i migranti vengano “tempestivamente informati” del diritto all’asilo.

Il procuratore Patronaggio ipotizza pure la violazione dell’articolo 47 della legge 7 aprile 2017 (Legge Zampa), che prevede il rilascio del permesso di soggiorno ai minori non accompagnati. I 29 della Diciotti hanno potuto lasciare la nave solo dopo l’ispezione del procuratore.

Contestata anche la violazione dell’articolo 60 della Convenzione di Istanbul e l’articolo 7 del decreto legislativo del 19/11/2007, numero 251: norme che prevedono la massima tutela per le donne che hanno subito violenza. Le 11 eritree abusate nei campi libici potevano avere subito lo status di rifugiati.

Infine, l’ottava violazione contestata a Salvini: non aver indicato subito il porto di sbarco. E’ previsto da norme internazionali, come il “Safety of life” del 1974, ma anche dalla procedura di coordinamento fra Viminale e Guardia costiera (la “Sop 009/2015”).

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2018/08/31/news/diciotti_l_atto_d_accusa_contro_salvini_al_tribunale_dei_ministri_il_pm_patronaggio_i_migranti_tenuti_in_ostaggio_sulla_-205302422/

 

agosto 1, 2018Permalink

Comments are closed.