30 aprile 2021 – Giochi a nascondino fra date intriganti

Dal mio blog diari e altro                                       http://diariealtro.it/?p=7080

26 gennaio 2020 – 1 maggio 1945. Una data poco chiara e molto fluttuante

«Gli alleati liberarono Udine, non i partigiani» dice il Sindaco Fontanini

Non bastando va oltre e promuove un evento il 2 maggio: la sfilata della “Colonna della Libertà”, (carri armati, camion e quant’altro di mezzi bellici in movimento) , iniziativa proposta dalla associazione “Cingoli e ruote per conoscere la storia”.

Se il sindaco avesse avuto l’accortezza di alzare il naso dalla sua scrivania avrebbe visto i ritratti dei suoi predecessori e avrebbe letto, sotto la fotografia del Sindaco Giovanni Cosattini, la data del suo insediamento:   1 maggio 1945. 

Tra l’altro domenica 19 gennaio abbiamo posto una pietra di inciampo davanti alla sua casa di Udine, in ricordo del figlio Luigi morto a Buchenwald, dove era stato deportato per aver partecipato alla Resistenza.

I carri armati alleati sarebbero arrivati il giorno successivo accolti da un sindaco legittimato dal mandato del Comitato di Liberazione Nazionale.

Se avesse voluto onorare i caduti inglesi, neozelandesi, americani avrebbe potuto pensare a una atto di omaggio riconoscente al cimitero militare di Tavagnacco dove si trovano le tombe di coloro che erano venuti a combattere per stroncare la minaccia del nazismo considerato ormai minaccia per tutto il mondo.

Presa da curiosità vado a vedere cos’è è Cingoli e ruote per conoscerne la storia che non mi tranquillizza. Leggo: “Questo sito è indirizzato a collezionisti ed appassionati di mezzi militari, divise ed armi ed è bandita ogni forma di ideologia politica o razziale”

E leggo ancora la loro proposta nel loro sito: “Perché non festeggiare assieme e seguendo la linea storica di quel giorno e non fare una giornata unica sia essa il 25 il 1 o il 2 Maggio? La mattina le celebrazioni istituzionali mentre il pomeriggio la festa con l’arrivo dei mezzi alleati… ”

Al sindaco va bene.  A me NO (e non credo di essere la sola).

Mentre si avvicina il primo maggio 2021

 Se lo scorso anno la data mi era sembrate fluttuante , quest’anno non ho aggettivi adeguati e mi limito a copiare

 Messaggero Veneto 30 aprile 2021    Pag 26 articolo a firma Alessandro Cesare

Titolo:   La “colonna della libertà” torna in piazzale XXVI luglio.
Sottotitolo:   Domani 30 mezzi militari  ricorderanno la Liberazione da parte delle truppe alleate.  Il comune ha concesso le aree di sosta.

Era il primo maggio 1945 quando una colonna di mezzi alleati (inglesi e neozelandesi) risalì Viale Venezia ed entrò in città attraverso piazzale XXVI luglio per liberarla dalle forze nazifasciste.
Un evento che l’amministrazione comunale, in collaborazione  con l’associazione “Cingoli e ruote per conoscere la storia”, intende celebrare. Tutto era pronto già nel 2020 , ma poi l’emergenza Covid e il primo lockdown hanno vanificato ogni sforzo organizzativo.
[continua]

 

 

 

30 Aprile 2021Permalink